martedì 14 giugno 2016


Marmellata di albicocche


primann

La marmellata di albicocche insieme a quella di pesche credo che siano fra quelle piu' buone e sopratutto amate dai bambini. E' semplice e veloce da preparare. Potrete assaporare il profumo dell'estate anche quando fa' freddo, godendovi una sana colazione spalmando la vostra marmellata su una fetta biscottata.
primann Dosi per: 6 vasetti da 200 gr. 
Costo: basso              
Tempo preparazione: 30 min. circa
Tempo cottura:  60 min. circa

Ingredienti:
 2 Kg. di albicocche belle mature e snocciolate
 800 gr. di zucchero (400 gr. per Kg. di albicocche) 
 1 mela piccola
 1 succo di un limone piccolo
 1 bustina di vanillina


Procedimento:
Laviamo accuratamente le albicocche, poi tagliamole a meta' e priviamole del nocciolo. A questo punto potete pesarle, tenendo presente che per ogni kilo di prodotto snocciolato occorreranno 400 gr. di zucchero. Nel mio caso ho 2 Kg. di albicocche alle quali andro' aggiungere 800 gr. di zucchero. Peliamo la mela,  tagliamola a piccoli tocchetti, e spremiamo il succo di un limone. Prendiamo un tegame dai bordi piuttosto alti e mettiamo all'interno le albicocche che andremo a tagliare a pezzettini, i tocchetti di mela, lo zucchero, la bustina di vanilina, e infine il succo di limone. Mettiamo su fuoco a media temperatura e mescoliamo fino a che lo zucchero non sara' sciolto e facendo attenzione che non si attacchi al fondo del tegame.



Lasceremo bollire a fuoco medio per circa un'ora, per poi fare la classica prova di consistenza sul piattino freddo. Se siete soddisfatte della densita' desiderata potete spegnere il fuoco altrimenti proseguite ancora qualche minuto nella cottura. A questo punto non resta che versare la marmellata nei vasetti che avrete in precedenza sterilizzato, chiudendoli con il coperchio e subito rigirandoli per far si' che si chiudano ermeticamente. Dopo circa una ventina di minuti é  possibile girarli per verificare la compressione del coperchio verso l'interno, questo significa che si sono ben sigillati.
Se il coperchio non si fosse ben chiuso sara' necessario, procedere  ponendo i vasetti  avvolti in un canovaccio dentro ad un tegame, ricoprirli di acqua e portala ad ebollizione. Questo garantira' la durata della marmellata nel tempo.

Buon appetito!

Note e suggerimenti:

Questa marmellata é possibile conservarla, se ben sigillata anche un anno, ma personalmente mi é capitato di dimenticarla per piu' tempo ed era rimasta inalterata e gustosissima. Ottima per la prima colazione puo' essere inoltre usata per farcire crostate, o per farne una gelatina. Da questa ricetta otterrete un marmellata non tanto dolce, (a me' piace cosi') naturalmente potete a piacimento aumentare la dose dello zucchero. L'aggiunta della mela é facoltativa, ma fate attenzione che quando si usa poco zucchero le marmellate tendono a rimanere un po' liquide. Infatti non tutta la frutta contiene la pectina che é un gelificante naturale che favorisce l'addensamento delle marmellate. Fortunatamente non é il caso dell'albicocca che al contrario della pesca ne contiene una discreta quantita'. Ma la  mela insieme a quella cotogna sono i due frutti con il piu' alto valore di Pectina.

I vasetti vanno sterilizzati in acqua bollente e devono essere perfettamente asciutti prima di essere utilizzati. La marmellata va' versata bollente fino ad un cm. circa dal bordo, facendo attenzione a non sporcare l'esterno del vasetto.  Dopo aver messo il coperchio vanno capovolti e lasciati raffreddare a temperatura ambiente. Queste sono poche ma importanti regole per garantire una perfetta conservazione della vostra marmellata.

Se ti é piaciuta questa ricetta aggiungi un tuo commento! 


Nessun commento:

Posta un commento